I migliori canali OTA: quali sono e quali scegliere

Canali OTA

Canali OTA, quella che io definisco “la giungla più in rapida espansione del pianeta”.

Spuntano fuori come funghi e ormai selezionare a quali affidare le proprie camere (o, meglio ancora, soltanto alcune di esse) risulta sempre più complicato, tra commissioni con tassi particolari e variabili e indici di utilizzo dei portali, ovvero quanto vengono sfruttati dai clienti per prenotare.

Dunque, come possiamo scegliere i migliori portali e canali OTA su cui vendere le nostre camere?

Le caratteristiche dell’OTA che conviene

Prima di saltare nell’elenco, evidenziamo 2 fattori importanti da considerare quando si sceglie a quali portali connettersi:

  1. La commissione varia a seconda dell’hotel e dell’OTA.
    Ad esempio, Booking.com addebita tra il 15-18%, mentre Expedia addebita tra il 18 e il 25%. Alcuni canali offrono anche di pagare più commissioni in cambio di un migliore posizionamento nella ricerca.
  1. La geografia gioca un ruolo molto importante nella struttura della commissione.
    La commissione varia a seconda della regione (città, stato) in cui si trova l’hotel. Alcune OTA addebiteranno di più a seconda della posizione della proprietà all’interno di una città. Expedia e Booking.com lavorano su un unico modello di commissione e addebitano una percentuale specifica per transazione.
    Questa percentuale è specifica del paese per Expedia, mentre Booking.com addebita lo stesso in tutto il mondo.

Vi fornisco di seguito una lista di quelli che, a mio parere, risultano essere i migliori canali OTA al momento, con anche alcune caratteristiche degli stessi, suddivisi per categoria di pubblico.

(Ricordatevi sempre di non essere troppo succubi dei portali OTA e provate quanto più possibile a fidelizzare il viaggiatore).

I 5 migliori canali OTA per hotel e strutture leisure

  • Booking.com
  • Airbnb
  • Expedia
  • Laterooms.com
  • EDreams.com

Booking.com

Iniziamo la lista in maniera scontata, ma non troppo.

Booking.com infatti starebbe in cima alla lista di qualsiasi top 10 delle migliori OTA, in quanto ormai inflazionatissima e conosciuta in ogni dove, va preso in considerazione il fatto che (per le “garanzie” su cancellazione e politiche di trasparenza nel garantire i diritti dei viaggiatori) viene molto spesso selezionato dalle famiglie per ragioni di “sicurezza”, infatti di frequente non si da fiducia al sito diretto della struttura in preferenza di Booking.com per paura che i dati sulla carta di credito o l’eventuale pagamento anticipato versato in struttura non venga poi rimborsato con la stessa certezza in caso di cancellazione.

Airbnb

Il portale che ritengo più in crescita nel recente periodo.

Sempre più spesso sento colleghi e amici affidarcisi per i prezzi molto bassi e le occasioni che è possibile trovare, oltre al fatto che molto spesso è possibile godere di un’accoglienza molto calda e diretta da parte degli owner delle strutture (essendo per la maggior parte strutture piccole ed a conduzione familiare quelle presenti in Airbnb).

Nello specifico vedo molte famiglie che preferiscono appartamenti e case-vacanza affidarsi a tale canale per la prenotazione della loro unità abitativa.

Expedia

Expedia è un servizio di prenotazione viaggi e la principale OTA gestita dal Gruppo Expedia, che possiede anche una serie di filiali.

È una delle compagnie di viaggio con il maggior incasso al mondo e ha siti localizzati in 40 paesi. In termini di marketing, pone l’accento su alloggi economici e convenienti. Questo aspetto è certamente allettante per clienti leisure che non intendono godere di vacanze extra-lusso ma che desiderano organizzare una vacanza nella maniera più completa possibile, programmando anche il volo nel caso in cui necessario.

Laterooms.com

LateRooms consente l’accesso agli utenti del proprio sito web e anche del suo sito gemello AsiaRooms.com.

Inoltre questo canale compie intense campagne adwords, così che il vostro hotel possa beneficiarne non solo all’interno del portale, ma anche indirizzando traffico aggiuntivo al vostro sito web.

Questo canale ha un’ampia distinzione di tipologie di Hotel al proprio interno, adeguandosi quindi a qualsiasi categoria di clienti, spingendo soprattutto sul mercato asiatico.

EDreams.com

EDreams è un canale che annovera al proprio interno, per la maggior parte, Hotel dall’1 alle 3 stelle.

Risulta pertanto particolarmente adatto a famiglie e clienti leisure che non intendono spendere cifre particolarmente elevate.

Seppur meno navigato delle precedentemente citate OTA, consiglio comunque di registrare la propria struttura in quest’ultimo, in quanto compare ancora molto in alto nelle ricerche lato Google e anche esso investe in campagne pubblicitarie per aumentare il numero di prenotazioni nella piattaforma.

I 5 migliori canali OTA per hotel e strutture business

  • HRS
  • Hotelbeds
  • Trip.com
  • Priceline.com
  • Orbitz

HRS

Sul mercato italiano al momento non troviamo una differenza molto tangibile per quanto concerne clienti business e leisure, tuttavia, se il vostro target è proprio rappresentato per la maggiore da aziende e uomini d’affari, sicuramente dovrete prendere in considerazione questo canale OTA, il quale si dimostra molto improntato proprio in questa direzione attraverso tariffe speciali dedicate a clienti che viaggiano da soli (tariffe FIT), in questa maniera attraendo l’interesse dei “lupi solitari” freelance, che si spostano continuamente.

Hotelbeds

Valida alternativa ad HRS, sul mercato italiano questa OTA cerca di attrarre la propria nicchia con politiche di accordo con le strutture basate su tariffe BAR, quindi le migliori disponibili sul mercato per la struttura con cui stipulano il contratto, e FIT, quindi anch’essa focalizzata nel conquistare la platea dei business travelers.

Negli ultimi anni abbiamo notato una particolare attenzione a spostarsi sul mercato meridionale, conquistando una buona fetta degli alberghi business di sicilia e campania.

Trip.com

Immaginate la più grande nazione del mondo, bene, ora immaginate una piattaforma equivalente al nostro Booking.com.

Non siete ancora sorpresi? Bene, allora se vi dicessi che questo colosso dell’hotellerie vanta ben 90 milioni di iscritti nel territorio cinese?

Abbiamo completato quello che è l’identikit del perfetto portale da integrare qualora desiderassimo affacciarci sul mercato asiatico, sia business che non, ottenendo lo stesso impatto che ci porta Booking.com dall’occidente.

Piccola chicca, se volete un suggerimento, non fatevi scappare questa occasione!

Priceline.com

Vero mattatore del mercato business alberghiero americano, questa OTA è perfetta per le strutture che hanno una particolare propensione ad accogliere broker dagli states e uomini illustri che si spostano frequentemente per lavoro; ovviamente l’aspettativa è alta considerando gli standard a cui codesti sono abituati ma… siamo in Italia, e se sapete come fare il vostro lavoro fidatevi, persino Bill Gates potrebbe amare il vostro hotel.

Chissà che un futuro visionario miliardario non soggiorni proprio nella vostra struttura grazie alla vostra presenza su questa OTA?

Magari potrete rispolverare qualche foto di repertorio che vi farà enorme pubblicità tra qualche anno (si fa per scherzare, ma mai dire mai).

Orbitz

Chiudiamo il cerchio con l’OTA acquistata da poco dal Gruppo Expedia la quale, proprio per opporsi al dominio di Priceline.com, si proietta sul mercato business americano.

Una battaglia tra colossi delle OTA, come in Italia avviene tra Booking.com ed Expedia, replicata in salsa d’affari negli states proprio tra Priceline.com ed Orbitz: pertanto vi direi di portare la vostra presenza anche su quest’ultima, per massimizzare la vostra fama tra il pubblico capitalista americano.

E ricordate, gli americani adorano l’Italia, e non disdegnano mai un viaggio d’affari tra i nostri sapori e paesaggi.

Articoli consigliati