Come migliorare il posizionamento dell’hotel su Booking.com

Troviamo il nostro posticino ideale sui portali OTA.

Avere una buona posizione sui portali OTA è molto importante sia perché vi permette di ricevere un numero più alto di prenotazioni dal portale (ma non mi dire!?!) ma anche perché genererà indirettamente un traffico maggiore di utenti sul vostro sito web.

In questo articolo vi elenco una serie di strategie e accorgimenti che ho sperimentato e collezionato studiando sul web.

Il target alberghiero di riferimento in cui opero e sperimento è un hotel indipendente (siamo quindi affiliati a reti o catene).

L’aumento delle prestazioni OTA aumenta il numero delle prenotazioni dirette

Migliorando le prestazioni e il posizionamento sui siti web delle OTA (agenzie di viaggio online) come Booking.com hanno effetti notevoli anche per le prenotazioni dirette.

Concedere a Booking.com le stesse condizioni che offri sul tuo canale diretto è la prima strategia di ottimizzazione per il posizionamento, infatti così facendo la piattaforma ti premia con una maggiore visibilità e ti posiziona più in alto tra i risultati.

1. Partecipa al programma Hotel preferiti

Assicurati di far parte del programma Hotel preferiti.

Per rientrare nell’olimpo dei preferiti incredibilmente basta pagare (shock!), infatti devi riconoscere una commissione del 18% anziché del 15% (tieni conto che questo valore varia anche in base a dove si trova l’hotel) ma oltre a questo bisogna lasciare anche una percentuale di camere in allotment.
Il prezzo non è basso tuttavia in cambio ti posiziono tra i primi posti in classifica e evidenziano l’icona con l’ambita icona del “pollice in su” per indicare che si tratta di un hotel preferito.

Booking.com investe più budget per il marketing degli hotel che fanno parte del programma preferito e la visibilità della struttura aumenta notevolmente

2. Booking Genius

Per accettare i clienti Genius di booking.com è necessario accettare la condizione secondo cui si è disposti ad applicare uno sconto fisso del 10% sulla tariffa più bassa disponibile.

I booker Genius sono noti come booker frequenti e possono accedere e filtrare tutte le offerte genius. Diventare un cliente genius non è molto difficile per gli utenti, quindi il numero di prenotazioni che passano da questo canale non sono poche.

3. Accettare prenotazioni per una sola notte

A nessuno (pochi diciamo) piace ricevere prenotazioni di una sola notte ma offrire questa opzione sembra aiutare la scalata del tuo hotel tra le grazie di booking.com .

Suggerisco di non vendere tutte le tipologie di camere, possiamo provare con un tipo specifico di alloggio magari di livello medio o alto che ha quindi un costo per notte più alto rispetto alle camere basic.

4. Avere prezzi in linea con il mercato

Avere tariffe competitive sul mercato è molto importante. I nostri prezzi non possono essere né troppo alti né troppo bassi per la propria fascia di mercato e segmento.

5. Disponibilità costante

Alle OTA non piace quando in periodi di alta stagione togliamo la disponibilità delle nostre camere, cerchiamo di dare una disponibilità che sia costante durante l’anno.

Mi rendo conto che questo può essere difficile per gli hotel stagionali rispetto alle strutture aperte tutto l’anno. Tuttavia, per il periodo in cui sei aperto, cerca di avere sempre qualcosa in vendita sul portale. Ovviamente, se sei pieno, sei pieno, non sono necessarie ulteriori azioni….

6. Devi essere un buon pagatore

È essenziale che tu non abbia pagamenti in sospeso con loro. Se hai insoluti nei confronti del portale non è sicuramente visto di buon occhio, anzi  questo ha un effetto devastante sulla tua visibilità e sul tuo posizionamento.

Durante il periodo covid ho sentito albergatori gridare: “stacchiamo i sepa!”, non facciamo gli eroi con questo genere di cose ci rimettiamo solo noi.

7. Inserisci foto e descrizioni accattivanti e professionali

Completa il tuo profilo dell’hotel, la tua scheda deve avere un punteggio almeno del 100%! Assicurati quindi che sia assolutamente tutto compilato.

Ad esempio, quando un hotel ha una foto che contiene una piscina, applica il tag “piscina”, lo stesso principio vale per qualsiasi altro servizio che appare nelle foto.

8. Parità tariffaria (parity rate) 

Uno dei fattori di ranking più importanti (ma anche più controversi) quando si tratta di posizionamento e visibilità su booking.com è la parità tariffaria. 

Anche io parlo spesso di strategie di prezzo che varia in base al canale su cui vendo tuttavia se ci vogliamo posizionare in alto su booking dobbiamo stare attenti a non esagerare. 

Quindi per riassumere, per avere successo su booking.com, i punti cardine sono:

  • Concedere commissioni più alte al portale (o sconti come nel caso dei genius)
  • Curare i nostri contenuti (foto e testi)
  • Applicare prezzi in linea con il mercato
  • Applicare prezzi in parity tra i vari canali di distribuzione

Articoli consigliati